dottoressa con sfigmomanometro

Guida alla scelta del miglior sfigmomanometro: Caratteristiche e modelli sul mercato

Chi soffre di ipertensione o ipotensione arteriosa ha la necessità di tenere sotto controllo in maniera costante il livello della pressione, in modo da poter individuare in maniera rapida eventuali difficoltà.

La soluzione più semplice è quella di ricorrere al medico o andare in farmacia per poter misura la pressione ma esiste anche la possibilità di effettuare tale operazione direttamente a casa propria utilizzando uno sfigmomanometro, ossia una comune macchinetta per misurarla.

In commercio esistono diversi modelli di misuratore di pressione, alcuni da braccio altri elettronici per cui potrebbe risultare difficoltoso effettuare una scelta ottimale. Vediamo quindi in cosa consiste questo prodotto e come poterlo scegliere facilmente.

In cosa consiste uno sfigmomanometro

Lo sfigmomanometro può essere definito come uno strumento che permette di misurare la pressione del sangue. Nello specifico, grazie a questo apparecchio è possibile conoscere il livello della pressione diastolica, ossia quella che viene comunemente definita minima, e di quella sistolica, ossia quella chiamata massima. Volendo rendere più semplice il concetto, possiamo dire che lo sfigmomanometro misura la pressione che esercita il sangue quando si muove all’interno di un vaso sanguigno.

La misurazione della pressione arteriosa è molto importante in quei soggetti che soffrono di disturbi della stessa o di patologie cardiache in quanto delle variazioni significative permettono di intervenire in maniera tempestiva evitando conseguenze gravi. Si tratta di uno strumento che vanta una lunga tradizione in quanto è stato inventato nel 1800 e nel corso degli anni è diventato uno strumento sempre più preciso e facile da utilizzare.

Tipologie di sfigmomanometro esistenti

In commercio esistono diverse tipologie di questo prodotto che presentano delle diversità dovute ad esempio al fatto che possono essere applicati al polso, al braccio, al dito o che si basano su una tecnologia di funzionamento manuale o elettronica. Indipendentemente dal tipo di prodotto che si acquista, è importante essere consapevoli che ciascun articolo presenta pregi e difetti. Nella scelta dello sfigmomanometro bisogna prendere in considerazione diversi aspetti come ad esempio la presenza di un display elettronico, il tipo di alimentazione, l’uso che se ne deve fare, il peso dell’apparecchio e così via.
Una delle principali alternative con le quali ci si deve confrontare al momento dell’acquisto è se scegliere uno sfigmomanometro manuale o elettronico.

Lo sfigmomanometro manuale si presenta sotto forma di manicotto cui sono collegati un manometro, una pompa e richiede l’ausilio di uno stetoscopio. L’uso prevede che il braccio sia inserito nel manicotto per poi azionare la pompa, facendo gonfiare il manicotto fino al punto della massima pressione; a questo punto viene allentata la pompa in modo da poter “sentire” i battiti del cuore e rilevare così i due valori. Solitamente è un prodotto che viene prevalentemente utilizzato dai medici. Molto più semplice, invece, è l’uso di uno sfigmomanometro di tipo elettronico che solitamente viene applicato al polso e riporta sul display l’indicazione dei due valori della pressione.

Altra distinzione importante è quella tra modelli da braccio, da polso o da dito. Abbiamo appena visto il funzionamento dei primi due modelli, con quello da dito che riprende per grosse linee le funzionalità di quello da polso: basta infatti inserire il dito all’interno dell’apparecchio per avere in pochi istanti il valore della pressione. Inutile sottolineare come i modelli da polso e da dito, oltre che per il fatto di essere di tipo elettronico, sono preferibili in quanto più semplici da utilizzare e molto più leggeri.

 

Alcuni consigli sulla scelta dello sfigmomanometro

 

Per essere certi di fare una scelta ottimale nel momento in cui si deve acquistare uno sfigmomanometro basta rispondere con coerenza alle seguenti domande:

  • quale utilizzo sarà fatto
  • che tipo di display riporta
  • se è coperto da garanzia su malfunzionamento e rottura
  • se risulta leggero

Quest’ultimo aspetto, ad esempio, è molto importante per coloro che praticano un’attività fisica costante, per la quale si rende necessario, il controllo della pressione arteriosa. Se invece si presume di effettuarne un utilizzo di tipo professionale, ad esempio in ambito medico, è preferibile scegliere un modello a braccio magari di ultima generazione..

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *